RIVISTA ONLINE

Translate

martedì 20 novembre 2012

Mi risvegliai dentro l'ombrosa stanza



     Mi risvegliai dentro l’ombrosa stanza
che nel mio cuore lungamente visse.
“Se questo canto1 dal mio cuore uscisse
non avrei luogo e non avrei sembianza”
     pensai, silente. “E nell’altrui ignoranza
vivrei pauroso”. E la pietà mi disse:
«Che mai faresti se Beltà perisse
da questo mondo in cui già niente avanza?».
     Il fiume è sporco, l’aria lo è, la terra,
e questa bestia che cammina eretta
pensa agli affari (economia) e fa guerra
     a chi comprende e la rinnega in fretta,
simile a un cane è che ne dissotterra
le ossa, le colpe a lui imputate e detta.

1 canto: angolo, ovvero la stanza di cui sopra.